Avrai!

Questa sezione nata per poter condividere ogni tanto le piccole idee creative, che non richiedono molti soldi, tempo ed impegno per essere realizzati. Anche se io non mi ritengo una persona particolarmente creativa, mi riesce molto meglio copiare e sviluppare le idee altrui, trovare nuovi modi per applicarle. Beh, ognuno fa, quel che può. Con il primo post avevo voglia di sorprendervi con qualcosa di spettacolare e insolito, passavo da un lavoretto all’altro, fotografavo, scartavo…

Poi la vita stessa ha aggiunto una correzione. Oggi per me è un giorno speciale, allora lasciamo da parte lavori in corso. Mia figlia compie gli anni. Quando a voi capita occasione del genere, come fate gli auguri? Adesso non intendo i regali, che è una questione molto personale, ma proprio le parole. Perché a volte succede, che in un giorno speciale vorresti trovare le frasi più belle, indimenticabili, ma in testa frulla solo „felicità”, „amore”, „salute” e „tante belle cose ”. Allora, si rincorre ai pensieri fatti da altri: cartoline, poesie o canzoni. 

Una volta la TV locale della mia regione in Ucraina faceva soldi a pallate, trasmettendo auguri con rispettive canzoni a pagamento, le trasmissioni di questo genere duravano weekend intere. Non ho idea, se in Italia mai esistita questa usanza, ma so per certo, che canzoni d’autore, dedicati ai propri figli, vengono considerati più belli e commoventi. Io conosco alcuni esempi e tutti mi piacciono molto, ma quella, che mi sta più al cuore è „Avrai” di Claudio Baglioni, dedicata a suo unico figlio. Per molto tempo ero anche dispiaciuta per il fatto, che i miei figli, non conoscendo italiano, non potevano apprezzare la bellezza del testo. 

Ma con passare del tempo le cose sono un po’ cambiate. Mio figlio parla bene italiano, perché da qualche anno vive e studia qui. E per la mia figlia al giorno di suo compleanno questa bellissima canzone la traduco io, anche perché l’idea di sentire „Avrai” in ucraino non mi da pace da qualche mese. Prima ho provato a cercare su internet una traduzione bella, ero convinta, che esiste già. Per esempio, da noi è molto conosciuta la versione ucraina del „Immensità” di Don Backy, interpretata da Sofia Rotaru. Ma di „Avrai” non ho trovato niente di simile. Di traduzioni tecniche, fatte con i traduttori online non voglio nemmeno parlare. Allora, ho accettato la scommessa con me stessa e ho fatto questa traduzione, che mi ha portato tanta soddisfazione. Certamente, il risultato non ritengo perfetto, ma per il momento è unico disponibile e solo per questo al momento è migliore;))) Forse, già domani apparirà un’altra versione, molto più riuscita, fatta da qualcuno dei vostri figli. Io gli auguro di essere migliori in questa e in qualsiasi altra impresa! E buon compleanno, Natascia!!!

Avrai sorrisi sul tuo viso come ad agosto grilli e stelle
Storie fotografate dentro un album rilegato in pelle
Tuoni di aerei supersonici che fanno alzar la testa
E il buio all’alba che si fa d’argento alla finestra

Avrai un telefono vicino che vuol dire già aspettare
Schiuma di cavalloni pazzi che s’inseguono nel mare
E pantaloni bianchi da tirare fuori che già estate
Un treno per l’America senza fermate

Avrai due lacrime più dolci da seccare
Un sole che si uccide e pescatori di telline
E neve di montagne e pioggia di colline
Avrai un legnetto di cremino da succhiare

Avrai una donna acerba e un giovane dolore
Viali di foglie in fiamme ad incendiarti il cuore
Avrai una sedia per posarti e ore
Vuote come uova di cioccolato
Ed un amico che ti avrà deluso tradito ingannato

Avrai avrai avrai
Il tuo tempo per andar lontano
Camminerai dimenticando
Ti fermerai sognando
Avrai avrai avrai
La stessa mia triste speranza
E sentirai di non avere amato mai abbastanza
Se amore, amore avrai

Avrai parole nuove da cercare quando viene sera
E cento ponti da passare e far suonare la ringhiera
La prima sigaretta che ti fuma in bocca un po’ di tosse
Natale di agrifoglio e candeline rosse

Avrai un lavoro da sudare
Mattini fradici di brividi e rugiada
Giochi elettronici e sassi per la strada
Avrai ricordi ombrelli e chiavi da scordare

Avrai carezze per parlare con i cani
E sarà sempre di domenica domani
E avrai discorsi chiusi dentro e mani
Che frugano le tasche della vita
Ed una radio per sentire che la guerra è finita

Avrai avrai avrai
Il tuo tempo per andar lontano
Camminerai dimenticando ti fermerai sognando

Avrai avrai avrai
La stessa mia triste speranza
E sentirai di non avere amato mai abbastanza
Se amore amore amore avrai

Video con il testo troverete qui!

Idee da due soldi