Pesce al forno con patate… e non solo!

Probabilmente avete già intuito, che io amo molto i cibi cotti al forno. In un post recente, è già stato detto che le patate al forno possono essere da contorno non solo per la carne ma anche per il pesce, perché sono un ingrediente che si adatta bene con prodotti più vari. Di alcune persone (e talvolta anche di pietanze) si dice “né carne né pesce”. Ma le patate, anche se non sono né pesce né carne, si sposano perfettamente con entrambe e aggiungono il gusto e la sostanza speciali a molti altri piatti.

In Italia il pesce al forno con le patate forse è ancora più popolare del pollo arrosto con le patate. La preparazione in entrambi casi e facilissima con la sola differenza che il tempi di cottura di pollo e patate coincidono e per questo si possono cuocere contemporaneamente. Il pesce si cuoce molto più velocemente, quindi è meglio mandarlo al forno quando le patate stanno già a metà cottura o sbollentare le patate per 5-10 minuti prima di metterle al forno. E per non ripetere di nuovo il post già citato, propongo di preparare il pesce non solo con le patate, ma anche con altre verdure, soprattutto perché siamo in piena stagione di ortaggi e c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Per preparare questo piatto io più spesso uso orata o la spigola (branzino). Questi pesci sono molto gustosi e hanno le dimensioni medie, quindi si possono servire uno per ogni commensale. In generale, questo piatto richiede poco più di un’ora per la cottura al forno, ma verdure che useremo hanno tempi di cottura diversi, quindi le aggiungeremo una (o più) alla volta.

Per 4 porzioni prenderemo:

  • 4 pezzi di orata o spigola da 300-350 grammi ciascuna
  • 4 patate medie
  • 2 carote
  • 2 zucchine 
  • 2-3 cipolle (se è possibile, borettane)
  • 2 peperoni, giallo e rosso
  • 4-6 pomodori piccoli
  • 1-2 spicchi d’aglio
  • qualche rametto di prezzemolo e timo
  • limone
  • olio d’oliva
  • rosmarino, sale, pepe

Sbucciamo e laviamo le patate e carote, tagliamole a fette, condiamo olio d’oliva, rosmarino, aglio tritato, sale, pepe e distribuiamo sulla teglia da forno(1). Aggiungiamo un po’ d’acqua sul fondo e mettiamo in forno preriscaldato a 180-200°C. Nel frattempo, eliminiamo entrambe le estremità di zucchine, tagliamole in 2-3 parti e ognuna di esse a lungo alla metà. Sbucciamo e tagliamo in 4-6 spicchi la cipolla. Eliminiamo il piccolo, semi e filamenti bianchi dei peperoni, tagliamoli a pezzi grossi. Condiamo le verdure così preparate con il sale, pepe, olio d’oliva. Mescoliamo bene e aggiungiamo nella teglia di patate e carote dopo circa 15 minuti dall’inizio della cottura (2-3).

Ora è arrivato il turno del pesce. Per la prima cosa dobbiamo desquamare pesce, togliere interiora e le branchie e sciacquare bene sotto l’acqua corrente fredda. Poi asciughiamo bene all’interno e soprattutto all’esterno con la carta da cucina. Questo è necessario per evitare che durante la cottura il pesce non si attacchi alla teglia. Prepariamo una miscela di aglio e prezzemolo tritati, sale, pepe e olio d’oliva (4). Saliamo il pesce fuori e spennelliamo con olio d’oliva, all’interno mettiamo il nostro trito aromatico è una fetta di limone(5). Dopo circa mezz’ora dall’inizio della cottura, mettiamo nel forno anche il pesce. Tagliamo i pomodori in 4-6 parti, cospargiamo di sale, pepe e foglioline di timo. Distribuiamo i pomodori nella teglia con il pesce e le verdure e rimettiamo per altri 15-20 minuti nel forno per ultimare la cottura (6). Quindi, la sequenza generale è: prima patate e carote, e poi a intervalli di 15-20 minuti zucchine, cipolle e peperoni (tutti e tre insieme), poi pesce, infine – pomodori. Quindi, dopo 1.00 – 1.15 il nostro pesce con verdure sarà pronto. 

 Durante la cottura, se necessario, si può  versare una piccola quantità di acqua sul fondo della teglia per evitare un’eccessiva essiccazione delle verdure. La cosa principale è di non esagerare, in modo che siano arrostite, non bollite. Alla cottura completa il pesce con le verdure è meglio lasciare nel forno spento con lo sportello socchiuso per altri 10 minuti, così il nostro piatto sarà ancora più saporito.

Secondi piatti

Saltimbocca alla romana
28.04.2018
Pollo con le patate al forno
04.07.2018
Come sono le polpette italiane
25.11.2018