10 buoni motivi per pianificare il menù settimanale

Perché manca il tempo? Come risparmiare? Cosa cucinare oggi? Scommetto sul fatto, che queste sono tre domande più frequenti, che girano nelle nostre menti. E sotto sotto conosciamo anche la risposta, soprattutto perché è uguale per tutte e tre le domande: bisogna pianificare! Allora perché non lo facciamo? Beh, perché sappiamo già come fare tutto nel modo migliore, basta avere il tempo libero, denaro e il frigorifero pieno, e poi per pianificare manca il tempo… e i soldi… e dobbiamo correre per fare la spesa. Niente da fare, iniziare è dura. Ma non è impossibile E si può cominciare con la cosa più semplice – la compilazione del menu. A questo proposito non si trovano tante informazioni neanche in rete, specialmente se non si tratta di considerazioni scientifiche o menu commerciali per la ristorazione pubblica. Nel complesso, ci sono pochissimi argomenti su come IN PRATICA formare un menu settimanale equilibrato per una famiglia media.

La maggior parte di noi non ha tempo di fare la spesa tutti i giorni, ma, anche se ce ne fosse tale possibilità, vi consiglierei comunque di trovare qualche minuto per creare un menu settimanale. E farlo insieme ad altri membri della famiglia può rendere questo compito davvero divertente, specialmente per i più piccoli. Quali sono i vantaggi di un menu settimanale?

1. Compilando il menù settimanale, avete davanti agli occhi un quadro completo su come mangia la vostra famiglia. Anche ripetendolo settimanalmente (che praticamente non succede mai!), sarete già in grado di fornire una varietà abbastanza decente di piatti e alimenti senza il rischio di monotonia. A proposito, non c’è nulla di male, se qualche cibo preferito passerà da un menu settimanale all’altro; abbinandolo con i piatti nuovi, otterrete l’impressione completamente diversa.

2. Grazie al menu settimanale, l’alimentazione diventa più sana e più efficiente. Con passare del tempo, aiuta anche a far prendere l’abitudine per tutti i membri della famiglia di mangiare ciò che è stato preparato, senza cercare “alternative” nel frigorifero.

3. Allo stesso tempo, il menù settimanale non dovrebbe diventare un dogma. È possibile scambiare o sostituire i piatti secondo la necessità o il piacere. A questo proposito, conviene sempre avere a portata di mano alimenti di lunga scadenza (cibo in scatola, cereali, legumi, ecc.) in modo da poter preparare un pasto “di riserva” in qualsiasi momento.

4. E’ molto comodo fare la lista della spesa basata sul menù settimanale. Dopo tutto, andare al negozio ogni giorno – noioso e faticoso, ma anche fare acquisti una o due volte al mese rende impossibile consumare spesso prodotti freschi e aumenta di molto la percentuale degli alimenti, che vanno in pattumiera senza nemmeno arrivare a tavola. La soluzione ottima sarebbe una grande spesa settimanale degli alimenti più essenziali e in più 1-2 piccoli acquisti di prodotti freschi durante la settimana.

5. Il menù settimanale e la rispettiva lista della spesa consentono di risparmiare denaro in modo significativo. Quante volte avete acquistato i prodotti per ogni evenienza in modo da poter pensarci dopo, cosa cucinare? Di conseguenza, in mancanza di alcuni ingredienti necessari si va di nuovo al negozio, mentre altri, al contrario, sono superflui e si deve inventare un altro piatto e probabilmente compare qualcosa ancora. Non appena il menu settimanale diventi un’abitudine, rimarrete stupiti di quanto si sarà ridotta la spesa alimentare.

6. Nel tempo, ridurrete non solo i costi diretti della spesa, ma anche quelli associati al deterioramento dei prodotti. In base al menu settimanale, si possono e si devono acquistare solo le quantità previste. In questo modo le eccedenze non si accumuleranno né nella spazzatura, né sui fianchi (siamo bravi a „salvare” alimenti, per non farli andare a male, vero?)

7. Avere un menu settimanale vi farà risparmiare anche il tempo, perché si risparmia sia il tempo dedicato alla spesa, sia quello impiegato alla preparazione. Dopotutto, avendo un chiaro piano d’azione, il lavoro viene svolto senza indugio e alla svelta.

8. Il menù settimanale vi permette di evitare lo stress quotidiano, dovuto alle domande „cosa mangiamo oggi?” e „manca qualcosa in casa?” Il menù conviene tenerlo in bella vista in cucina o vicino a tavola, dove si mangia normalmente. La lista di spesa, invece, meglio averla sempre a portata di mano da poter comprare le cose mancanti o assegnare questo compito a qualcuno di famiglia.

9. Pianificando regolarmente il menu, ricorderete sicuramente di piatti dimenticati, che non avete cucinato da molto tempo ed essi torneranno alla vostra tavola ed arricchiranno alimentazione della vostra famiglia con vecchi ricordi e sapori.

10. La capacità di creare correttamente un menu è molto importante per le famiglie, ma è ancor più importante per coloro che lavorano in famiglia. Se siete in grado di offrire un interessante piano di alimentazione per tutta la famiglia, prendendo in considerazione le loro esigenze, gusti, età, problemi di salute, ecc., se potete modificare il menu in modo flessibile in base alla situazione, sarete immediatamente messi a un livello superiore tra coloro, che sono alla attiva ricerca di lavoro.

Spero, che con tutto ciò, sono riuscita di convincervi. Allora, non resta altro che iniziare a mettere in pratica un menu settimanale. Nel prossimo post, vedremo quali principi dobbiamo seguire per ottenere l’alimentazione equilibrata, sana e gustosa. Cominceremo con il menù per la famiglia media senza problemi speciali, per passare col tempo alle opzioni alternative basate su età, gusti o convinzioni personali, problemi di salute, desideri di aumentare o perdere peso, ecc. Dunque, rinfrescate la memoria su tipico menù italiano (nell’articolo precedente), preparate la carta e penna (o telefono/computer, se preferite) e mettiamoci all’opera! Nel prossimo post vi aspetta il nostro primo menù settimanale!!!


Menù settimanale

Come ottenere un menù vario e completo
02.12.2020
Tipico menu italiano
16.06.2018